Descrizione

UN PICCOLO SPACCATO DELLA NOSTRA SOCIETA' IN CONTINUA EVOLUZIONE, CON UN OCCHIO DI RIGUARDO AL RISPETTO DELLE PERSONE E ALLA NOSTRA MADRE TERRA...

seguimi

SEGUI E VOTA PENSIERO NATURALE SU :

Evasione Fiscale

ANCHE IL CITTADINO DEVE PARTECIPARE ALLA LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE RICHIEDI SEMPRE LO SCONTRINO E/O RICEVUTA FISCALE, E' UN TUO DIRITTO!!!

Lettori fissi

mercoledì 1 giugno 2011

Ecco perchè si fanno le guerre.... Alberto Sordi, finchè c'è guerra c'è speranza

Rivedendo un vecchio film del grande Alberto Sordi, queste parole mi risuonano ancora nella mente...... Riflettiamo tutti!!!




PERCHE' VEDETE, LE GUERRE NON LE FANNO SOLO I FABBRICANTI D'ARMI E I COMMESSI VIAGGIATORI CHE LE VENDONO, MA..MA  ANCHE LE PERSONE COME VOI, LE FAMIGLIE COME VOI, CHE VOGLIONO VOGLIONO VOGLIONO E NON SI ACCONTENTANO MAI... LE VILLE, LE MACCHINE, LE MOTO, LE FESTE, IL CAVALLO, GLI ANELLINI, I BRACCIALETTI, LE PELLICCE E TUTTI I CAZZI CHE VE SE FREGANO....

COSTANO MOLTO E PER PROCURARSELI QUALCUNO BISOGNA DEPREDARE.....

ECCO PERCHE' SI FANNO LE GUERRE !!!!!!

5 commenti:

  1. Ci sono due falle nel tuo ragionamento.
    1. di solito le guerre originano da uno squilibrio tra un'area molto povera e un'area ricca. E di solito ci si arriva tramite l'instaurazione di una dittatura militare nell'area povera, vedi alla voce Fascismo.
    2. ci vuole anche un po' di culo, pensa la differenza tra l'Italia e la Polonia, la prima occupata dagli USA e la seconda dall'URSS. La medesima guerra può avere conseguenza diverse sul "benessere" e sul "consumismo".

    Piuttosto io metterei la questione in altri termini: consumare in maniera insensata ha due conseguenze:
    a. ti rende schiavo delle cose, cioè la tua intera esistenza ruota intorno al "desiderio" e al tempo che devi spendere per soddisfare il desiderio.
    b. ovviamente il consumo crescente è un modello insostenibile che prima o poi arriva al collasso semplicemente perché non ci sono fisicamente abbastanza risorse sulla Terra.

    Però per consumare in maniera consapevole devi essere appunto consapevole. E tutto il sistema punta invece a creare degli schiavi inconsapevoli. Non a caso secondo gli studi recenti solo un 20% degli Italiani ha una "scolarità" adeguata alla società attuale.

    RispondiElimina
  2. Ciao Lorenzo, il tuo ragionamento è molto ben articolato e preciso, ma queste sono le parole che Alberto Sordi dice al termine del film e mi sembrano un ottimo spunto di riflessione sia sulla guerra che sulla nostra società che molte volte si arricchisce sulla povertà degli altri (es. l'oro che molti mostrano con tanto orgoglio è il risultato del sudore e del sangue dei minatori che scavano le profonde gallerie delle miniere) ;)

    RispondiElimina
  3. Si ma quello di cui di dobbiamo preoccupare secondo me è:
    - creare delle persone in grado di sviluppare pensiero autonomo invece di essere condizionati dal marketing come marionette.
    - la povertà, che genera le dittature, che a loro volta generano le guerre. O più precisamente, gli squilibri di ricchezza e povertà.

    Certo, i soldi spesi in armamenti sarebbero meglio investiti istruendo gli ignoranti e sfamando gli affamati. Però putroppo questo va contro gli interessi non tanto del "popolo", non importa se consumatore, quanto contro gli interessi delle elite dominanti che fanno leva sulla ignoranza e sugli squilibri.

    Esempio: l'Americano consuma in maniera eccessiva ma non ne è consapevole cosi come non arriva a mettere in discussione il fatto che gli USA spendono in armi come tutto il resto del mondo messo insieme. Ma non è nelle sue possibilità uscire da questo stato essendo istruito dalla nascita perché abbia una mentalità "ristretta" appositamente. Immaginati se il complesso industriale e finanziario che domina il mondo dalla fine della seconda guerra mondiale può mettersi in discussione.

    RispondiElimina
  4. In Italia, nel nostro piccolo, vedi un po' se la FIAT ha interesse a che gli Italiani comprino meno auto. O se Mediaset vuole vendere meno abbonamenti alla pay per view. Eccetera.

    RispondiElimina
  5. Avete ragione tutti e due, non dimenticate mai che il seme dell'avidità è dentro di noi non ne abbiamo mai abbastanza, denaro, amore, cibo, divertimenti, case, auto, bici, moto vestiti ecc............ chi in grande chi in piccolo ci battiamo per mantenere quello che abbiamo e se ci capita l'occasione aumentiamo, accumuliamo. Con simpatia

    RispondiElimina

Etichette

Abruzzo (5) Acqua (38) Adriano Celentano (2) alberto sordi (3) Alda Merini (3) Alieni (3) Alpini (1) Amazzonia (8) Ambiente (184) Amore (28) Animali (79) Antonello Venditti (1) Anziani (6) Api (1) Art. 18 (9) Arte (11) attentato (26) Auguri (35) Australia (1) Autunno (2) Bambini Scomparsi (10) Banche (4) Battiato (1) Bellissima Italia (42) Benedetto XVI (1) Beppe Grillo (8) Bismarck (2) blog (234) Bocelli (1) Bolzano (1) Borsellino (3) Boston (1) Branduardi (1) Brasile (1) Caccia (25) Calabria (14) Calcio (5) Camorra (23) Campania (4) Canada (1) Cane (1) Carabinieri (7) cartoni animati (2) Chiesa (12) cibo biologico (8) Cicogna (3) Cile (1) Cina. (7) Claudio Villa (1) Colombia (1) Corpo Forestale (9) Costituzione Italiana (33) croce (20) Cronaca (3) Cultura (16) Danimarca (1) De andrè (2) Delfini (1) Discariche (10) Domenica (5) Don Camillo e Peppone (3) Droga (8) economia (76) Emilia Romagna (7) emozioni (108) energia (25) Enpa (4) esercito (18) Estate (9) estinzione (22) Europa (38) Europa schengen  Danimarca (1) Europa schengen (2) Falcone (1) Famiglia (2) Farfalle (2) Ferragosto (6) festa della mamma (2) film (9) Finanza (2) firenze (6) Fiumi (4) Foibe (2) Fotografie (3) Francesco I (5) Francia (9) Fulvio Frisone (1) Gatti (4) Genova (4) Germania (8) Gesù (6) Gheddafi (8) Giappone (12) Giorgio Gaber (1) Giovanni Paolo II (5) Gratis (1) Grecia (6) Greenpeace (2) Guardia di Finanza (15) guerra (31) Halloween (1) Henry Ford (1) Huxley (1) i racconti della rete (5) imu (5) India (1) Inghilterra (8) Inghilterra. (9) Internet (2) Irlanda (1) Italia (236) Ivano Fossati (1) Jacques Prèvert (1) Japan (5) Jean Debruynne (1) Kahlil Gibran (10) lavoro (24) Legambiente (16) Libia (8) libri (11) Lipu (11) litfiba (1) Livorno (1) Lucio Dalla (1) Luna (4) mafia (31) Mango (1) Marche (2) mare (51) Mariangela Melato (1) Marina Militare (3) Marte (3) medicina (16) Melissa Bassi (1) Merkel (1) Messico (3) Metallica (2) Milano (9) militari (22) Mina (1) miracolo (9) Mostre (2) Music for children (6) musica (65) Napoli (6) Nasa (3) Natale (15) Navi (1) Nazismo (4) Ndrangheta (22) Nigeria (1) nil difficile volenti (59) Nino Manfredi (1) No China (2) no nucleare (31) Non mi piace (62) Novembre (3) Olimpiadi (4) Orso (6) Osama Bin Laden (1) oslo (1) pasqua (4) Pensieri (4) Pensiero Naturale del giorno (193) Piante (28) Piemonte (2) Pino Daniele (1) pizzica (1) poesie (32) Politica (50) Polizia. (20) Pompei (2) precariato (16) Primavera (1) prostituzione (6) psicoland (66) Puffi (1) Puglia (15) racconti (11) Razzismo (8) referendum (6) Religione. (25) resurrezione (2) Riccardo Cocciante (2) Ricerca (16) Rino Gaetano (4) Rita Levi-Montalcini (2) Roberto Benigni (1) Robin Hood (1) Roma (47) Rossella Urru (4) Salute (36) Salute. Inquinamento (51) salvatela (11) San Francesco d'Assisi (5) Sandra Savaglio (1) Sandro Pertini (1) Sanità Italiana (7) Sardegna (10) Scuola (16) Si può fare (11) Sicilia (17) sogno (17) solidarietà (22) Spagna (2) Sport (7) Stati Uniti (23) storia (29) Strage (35) Svezia (1) tartarughe (3) Televisione (11) tempi moderni (109) Terremoto (4) tonni (2) Torino (1) Totò (1) Trieste (2) Trilussa (2) Turismo (18) Uccelli (10) Ucraina (1) Udine (2) Umbria (2) Unione Europea (28) uomini e donne di valore (33) Van De Sfroos (1) Venezia (4) vergogna (82) Video (2) Violenza (48) WEB (2) William Shakespeare (2) WWF (13) zombie (2)