Descrizione

UN PICCOLO SPACCATO DELLA NOSTRA SOCIETA' IN CONTINUA EVOLUZIONE, CON UN OCCHIO DI RIGUARDO AL RISPETTO DELLE PERSONE E ALLA NOSTRA MADRE TERRA...

seguimi

SEGUI E VOTA PENSIERO NATURALE SU :

Evasione Fiscale

ANCHE IL CITTADINO DEVE PARTECIPARE ALLA LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE RICHIEDI SEMPRE LO SCONTRINO E/O RICEVUTA FISCALE, E' UN TUO DIRITTO!!!

Lettori fissi

sabato 9 giugno 2012

Vecchietta ruba caramelle... E i poliziotti gliele pagano!!!



La vicenda si svolge a Milano, dove il direttore di un supermercato allarma la Polizia per un furto avvenuto nel negozio.



L'intervento della patuglia ha raggiunto la pericolosissima ladra, una SETTANTASEIENNE, che aveva trafugato un preziosissimo gioiello, cioè una confezione di Tic-Tac.

La signora spaventata e sicuramente mortificata, si è così giustificata:" Sono senza soldi... ".

I poliziotti, per evitare che l'integerrimo Direttore sporgesse denuncia, hanno pagato il salatissimo conto della confezione di caramelle, ossia 78 centesimi.

In questa vicenda ora si scontrano due pensieri, uno riferito al buon gesto fatto dagli uomini in divisa, e l'altro sul rispetto delle leggi da parte di tutti....

Ma come non collegarlo agli ultimi casi dei Parlamentari a cui è stato negato l'arresto per presunti reati ben più gravi e per cifre da molti zeri ???

Rif: notizie.tiscali.



16 commenti:

  1. A parte che ai parlamentari deve essere garantita l'immunità, altrimenti un avversario politico potrebbe farli arrestare con un pretesto qualsiasi, il punto è che la "flagranza di reato" è uno dei motivi che giustificano l'arresto seduta stante.

    Per cui è diverso se ti beccano mentre commetti un furto oppure se qualcuno sporge denuncia contro di te per furto tempo dopo.

    Ovviamente poi ci sono tutta una serie di reati e di situazioni che o non implicano l'arresto oppure lo prevedono solo in particolari circostanze, per esempio se c'è il pericolo che tu commetta ancora lo stesso crimine, che tu faccia sparire le prove o che tu ti dia alla fuga.

    Aggiungerei un'altra considerazione: se vai al supermercato e rubi qualcosa da mangiare la polizia ti arresta, poi ti liberano perché non ci sono le condizioni di pericolosità sociale e quando ti processano te invochi lo "stato di necessità" e quasi sicuramente vieni assolto.

    art. 54: "Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sé o altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, né altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stesso vale per tre anni di Processo per il furto di un Ovetto Kinder ??? Poi l'Art. 54 parla di SALVARE e non rubare... Poi per gli On. si può essere indagati, ma quando un magistrato chiede l'ARRESTO il discorso è diverso... L'avviso di garanzia' indica che ci sono delle indagini in corso, il che non vuol dire essere colpevoli, se si richiede l'arresto è perchè le indagini hanno portato degli elementi per cui si ritiene opportuno che il soggetto sia recluso. Il voto contrario, giusto o non giusto, comporta lo svilimento di un potere dello stato, la magistratura...

      Elimina
    2. No volevo dire che se rubi per fame non ti condanneranno mai a prescindere. Lo "stato di necessità" si estende a qualsiasi ragione di sopravvivenza.

      Ripeto, non fare discorsi qualunquisti alla Grillo. In qualsiasi democrazia un parlamentare, deputato o senatore, deve essere tutelato dalla immunità.

      Il concetto è che un eventuale Mussolini potrebbe fare sparire un avversario politico scomodo facendo costruire contro di lui delle accuse infondate. L'idea che la Giustizia sia amministrata da persone integerrime e non mosse da finalità politiche è una favola moderna, creata ad uso della Sinistra, quando da che mondo è mondo è l'esatto opposto.

      Da cui è evidente che per procedere contro un parlamentare si debba richiedere l'autorizzazione al Parlamento e che la Magistratura non possa e non debba procedere autonomamente.

      Elimina
    3. Invece no, se le prove ci sono e sono schiaccianti, non vedo perchè si debba avere un comportamento diverso. Senza contare che è necessario che la magistratura sia autonoma, infatti inquisiti ed arrestati (a livelli più bassi della politica, quali consiglieri comunali ad es.) sono equamente divisi tra tutte le forze politiche. Pertanto non è da qualunquisti avere e VOLERE una Legge uguale per tutti...

      Elimina
    4. Ma te la capisci la differenza tra "indagine", "processo" e "sentenza"?

      E' un po' di tempo che circola sta favola dei magistrati eroi e santi e degli avvisi di garanzia che diventano sentenze senza passare dal via.

      Oltre al fatto ovvio che una persona può essere oggetto di indagine, sottoposta a processo, essere condannata in primo e secondo grado e infine essere assolta nel terzo e quindi risultare alla fine innocente, rimane il fatto che in nessuna democrazia può sussistere il principio secondo il quale nessuno può questionare l'operato di un magistrato tranne il Consiglio Superiore della Magistratura epperò un magistrato può decidere non solo della vita e della morte di una persona qualsiasi ma anche chi può governare e legiferare in Italia e chi no.

      Se sussiste il problema generale di una persona qualsiasi che vede stravolta la propria vita, a maggior ragione sussiste il problema di garantire la democrazia.

      Mi obblighi a citare la Costituzione, cosa che odio:
      "art. 68
      I membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni.

      Senza autorizzazione della Camera alla quale appartiene, nessun membro del Parlamento può essere sottoposto a perquisizione personale o domiciliare, né può essere arrestato o altrimenti privato della libertà personale, o mantenuto in detenzione, salvo che in esecuzione di una sentenza irrevocabile di condanna, ovvero se sia colto nell'atto di commettere un delitto per il quale è previsto l'arresto obbligatorio in flagranza. Analoga autorizzazione è richiesta per sottoporre i membri del Parlamento ad intercettazioni, in qualsiasi forma, di conversazioni o comunicazioni e a sequestro di corrispondenza."

      Comunque ormai non mi stupisco più di niente.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Voglio dire, al giorno d'oggi basta che un magistrato abbia per le mani una intercettazione, ottenuta in relazione a qualsiasi indagine anche non pertinente, la passi a qualcuno per vederla pubblicata sui giornali e determinare la caduta dei governi. A via via a salire, fino appunto ad arrivare agli arresti e ai processi. Che lo ripeto, sovente finiscono in nulla a molti anni dall'inizio delle indagini. Nel frattempo però le cose sono cambiate.

      E finisco dicendo che in teoria esiste l'obbligatorietà della azione penale, cioè un magistrato procede contro un reato appena ne viene informato. Ma nella prassi si sceglie un reato invece di un altro, si decide se una indagine deve durare un giorno o 10 anni e anche nei processi le cose vengono pilotate. E di tutto questo noi veniamo a sapere solo quello che i giornali, che sono organi di propaganda che lavorano per questo o quel potere occulto, ci vogliono far sapere.

      Elimina
    7. I tuoi commenti Kilometrici esprimono perfettamente la tua opinione, che a mio parere è molto più qualunquista, è un farfuglio di cose mischiate alla rinfusa. 1) L'art. 68 da te citato: I membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni. Si rivolge esclusivamente all'azione politica del singolo individuo che deve essere libero di esprimere le proprie opinioni in virtù della sua azione politica; quindi questo già non c'entra nulla. ") Giornali e magistrati, questo binomio creato dalla stampa stessa è un involucro vuoto ed inutile. Lo sai perchè ??? Lo sai chi lavora affianco ai magistrati ??? Segretari, archivisti, commessi, ecc... E se scappa la notizia la colpa è del magistrato ??? 3)E' ovvio, che come in ogni tipo di società o organizzazione possa esserci qualche mela marcia, che quando scoperta paghi per il malaffare, ma questo deve VALERE anche per gli ON.... Che dire poi se al tempo di Craxi GRIDAVATE galera con i CAPPI in mano, ora che tocca a loro, la cosa cambia ??? Dove è la differenza ??? Apri gli occhi e usa la tua intelligenza per uscire dalla logica dei partiti ed entrare in quella dei Cittadini...

      Elimina
    8. Eh gia.

      Non è cosi, infatti ai tempi in cui fu scritta la Costituzione non si pensava che chiunque potesse intercettare le comunicazioni di un parlamentare mentre adesso il trucchetto è banale. Io non intercetto TE, intercetto tutti quelli che ti stanno attorno. E guarda caso, capita che ogni tanto ci siano dentro anche le tue conversazioni. E nota bene che come si intercettano le telefonate si possono intercettare le email e qualsiasi comunicazione. La logica di vietare la perquisizione era la medesima. E' chiaro che le cose sono concatenate, infatti per condannare qualcuno lo devi processare, per potere svolgere un processo devi avere le prove (o almeno gli indizi) e prove e indizi si raccolgono con le indagini. E a meno di non trovare un parlamentare con la pistola in mano mentre rapina una banca, indagare un parlamentare significa violare il principio costituzionale sopra espresso e cioè spiarne le comunicazioni.

      Poi GUARDA CASO non si riesce a tenere le intercettazioni all'interno del segreto istruttorio o della pertinenza di una indagine perché ci sono segretari, archivisti, commessi... e che cacchio povero magistrato integerrimo, vorrebbe tanto ma non può. Ancora però sfugge il come mai nessuno è mai finito in galera per avere diffuso informazioni riservate. Si vede che l'immunità ce l'hanno i segretari, gli archivisti e i commessi e alla fine anche i Magistrati che non solo passano informazioni a gente che poi le diffonde ma una volta venuti a conoscenza del fatto, non procedono contro i responsabili.

      Riguardo la "azione politica", uno come Togliatti ai giorni nostri prenderebbe l'ergastolo. Scendendo a livelli meno macroscopici, secondo te quando i politici discutono tra di loro di soldi e poltrone è tutta roba che profuma di bucato? Allora diciamo che tutto l'apparato della "politica" non ci sta più bene e che lo vogliamo sostituire con qualcos'altro. Ovviamente rimane il problema di decidere con cosa lo vogliamo sostituire. Il buon Grillo propone la democrazia diretta per alzata di mano.

      La "logica dei Cittadini" è una barzelletta. Esattamente come Grillo che continua a ripetere che i politici devono essere giudicati dal Popolo. E la soluzione sarebbe formare una giuria di cowboys estratti a caso, procedere col processo sommario in stile cambogiano e poi impiccare tutti.

      Chiudo dicendo che sarebbe tutto più semplice se un tale fosse indagato e poi processato nel momento che compie un reato. Non dieci o venti anni dopo quando il tale da imprenditore/faccendiere è diventato Presidente del Consiglio e capo della Maggioranza.
      Cito il caso famoso di Mangano, l'esponente della mafia che era domiciliato ad Arcore nel 1975, non l'altro ieri.

      Elimina
    9. Anche in questo caso, purtroppo, hai sfarfugliato kilometricamente all'inverosimile... Poche parole, con un esempio: se un magistrato che si occupa di Ndrangheta segue le intercettazioni dei mafiosi e all'interno delle stesse si "trovano" riferimenti o la voce stessa di un On. che è colluso cosa si deve fare ??? Nulla perchè è onorevole ??? Ma cosa dici, i grillini vogliono impiccare tutti ??? Ma non erano i tuoi amici verdi a tirare il cappio e parlare di pene di morte ai tempi di tangentopoli??? Allora andava bene ??? Quattro righe solo per ripeterti che anche questo commento sfarfugliato lo potevi evitare....

      Elimina
    10. Non ho detto che un magistrato non deve intercettare nessuno perché ci potrebbe capitare dentro un parlamentare.

      Ho detto che se il magistrato intercetta un certo funzionario RAI con una motivazione qualsiasi (e partiamo sempre dal presupposto che il magistrato sia santo e integerrimo, altrimenti invece che una motivazione sarebbe una scusa) e nelle registrazioni salta fuori il parlamentare che raccomanda una certa ragazza, poi sarebbe il caso che le intercettazioni o venissero usate per un procedimento (e quindi comunicate alle parti secondo prassi) oppure cancellate PRIMA di distribuirle ai media.

      Senza contare che tra non intercettare nessuno e intercettare MILIONI di utenze, c'è una certa differenza. Ovviamente tra queste milioni di utenze non c'è nessun magistrato, essendo tutti notoriamente santi ed integerrimi.

      I grillini non vogliono niente, ripetono solo gli slogan che la Casaleggio Associati suggerisce a Grillo. Volere implica capacità di pensiero autonomo.

      Comunque se vuoi darmi del cretino sei libero di farlo, meno ipocrita del neologismo "sfarfugliato". E scusa se non ripeto anche io gli slogan.

      Elimina
    11. Assolutamente no, cretino mai perchè 1)non lo sei 2) Perchè non rientra nella mia educazione 3) I tuoi ragionamenti sono quasi sempre ben ragionati (Quasi sempre, perchè come si entra anche solo vagamente nella tua sfera ideologica, forse spinto anche dalla passione che ci metti ti mischi le carte da solo). Infatti "Sfarfugliato" per me è come fare un'insalata mista in cui ci metti dentro tutto alla rinfusa. Tornando al discorso tu sei convinto che la magistratura intercetti milioni, che dico miliardi, di cittadini... E con quali costi, con quale personale, con quali mezzi che tra poco sono anche senza carta. Probabilmente sei intercettato si, da chi vende i tuoi dati per ricerche commerciali, da google e le tue ricerche, dalla web cam che quando sei in linea ti registra. E poi copro questa tua lacuna, se cerchi su google magistrato arrestato ne trovi diversi, e guarda un pò ci sono anche le intercettazioni....

      Elimina
  2. Mi hai fatto ricordare un articolo letto qualche settimana fa: un disoccupato disperato aveva tentato una rapina, disarmato, all'ufficio postale. Le persone presenti hanno deciso di fare una colletta per lui. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero. Purtroppo gli anziani con le loro pensioni stanno diventando le vittime di questa crisi...

      Elimina
    2. Non era un anziano, era un padre di famiglia che aveva perso il lavoro :(

      Elimina
    3. Scusami, ricordavo male, cmq anche quella è una storia triste, risollevata dal buon cuore delle persone che fecero la colletta per aiutarlo.

      Elimina

Etichette

Abruzzo (5) Acqua (38) Adriano Celentano (2) alberto sordi (3) Alda Merini (3) Alieni (3) Alpini (1) Amazzonia (8) Ambiente (184) Amore (28) Animali (79) Antonello Venditti (1) Anziani (6) Api (1) Art. 18 (9) Arte (11) attentato (26) Auguri (35) Australia (1) Autunno (2) Bambini Scomparsi (10) Banche (4) Battiato (1) Bellissima Italia (42) Benedetto XVI (1) Beppe Grillo (8) Bismarck (2) blog (234) Bocelli (1) Bolzano (1) Borsellino (3) Boston (1) Branduardi (1) Brasile (1) Caccia (25) Calabria (14) Calcio (5) Camorra (23) Campania (4) Canada (1) Cane (1) Carabinieri (7) cartoni animati (2) Chiesa (12) cibo biologico (8) Cicogna (3) Cile (1) Cina. (7) Claudio Villa (1) Colombia (1) Corpo Forestale (9) Costituzione Italiana (33) croce (20) Cronaca (3) Cultura (16) Danimarca (1) De andrè (2) Delfini (1) Discariche (10) Domenica (5) Don Camillo e Peppone (3) Droga (8) economia (76) Emilia Romagna (7) emozioni (108) energia (25) Enpa (4) esercito (18) Estate (9) estinzione (22) Europa (38) Europa schengen  Danimarca (1) Europa schengen (2) Falcone (1) Famiglia (2) Farfalle (2) Ferragosto (6) festa della mamma (2) film (9) Finanza (2) firenze (6) Fiumi (4) Foibe (2) Fotografie (3) Francesco I (5) Francia (9) Fulvio Frisone (1) Gatti (4) Genova (4) Germania (8) Gesù (6) Gheddafi (8) Giappone (12) Giorgio Gaber (1) Giovanni Paolo II (5) Gratis (1) Grecia (6) Greenpeace (2) Guardia di Finanza (15) guerra (31) Halloween (1) Henry Ford (1) Huxley (1) i racconti della rete (5) imu (5) India (1) Inghilterra (8) Inghilterra. (9) Internet (2) Irlanda (1) Italia (236) Ivano Fossati (1) Jacques Prèvert (1) Japan (5) Jean Debruynne (1) Kahlil Gibran (10) lavoro (24) Legambiente (16) Libia (8) libri (11) Lipu (11) litfiba (1) Livorno (1) Lucio Dalla (1) Luna (4) mafia (31) Mango (1) Marche (2) mare (51) Mariangela Melato (1) Marina Militare (3) Marte (3) medicina (16) Melissa Bassi (1) Merkel (1) Messico (3) Metallica (2) Milano (9) militari (22) Mina (1) miracolo (9) Mostre (2) Music for children (6) musica (65) Napoli (6) Nasa (3) Natale (15) Navi (1) Nazismo (4) Ndrangheta (22) Nigeria (1) nil difficile volenti (59) Nino Manfredi (1) No China (2) no nucleare (31) Non mi piace (62) Novembre (3) Olimpiadi (4) Orso (6) Osama Bin Laden (1) oslo (1) pasqua (4) Pensieri (4) Pensiero Naturale del giorno (193) Piante (28) Piemonte (2) Pino Daniele (1) pizzica (1) poesie (32) Politica (50) Polizia. (20) Pompei (2) precariato (16) Primavera (1) prostituzione (6) psicoland (66) Puffi (1) Puglia (15) racconti (11) Razzismo (8) referendum (6) Religione. (25) resurrezione (2) Riccardo Cocciante (2) Ricerca (16) Rino Gaetano (4) Rita Levi-Montalcini (2) Roberto Benigni (1) Robin Hood (1) Roma (47) Rossella Urru (4) Salute (36) Salute. Inquinamento (51) salvatela (11) San Francesco d'Assisi (5) Sandra Savaglio (1) Sandro Pertini (1) Sanità Italiana (7) Sardegna (10) Scuola (16) Si può fare (11) Sicilia (17) sogno (17) solidarietà (22) Spagna (2) Sport (7) Stati Uniti (23) storia (29) Strage (35) Svezia (1) tartarughe (3) Televisione (11) tempi moderni (109) Terremoto (4) tonni (2) Torino (1) Totò (1) Trieste (2) Trilussa (2) Turismo (18) Uccelli (10) Ucraina (1) Udine (2) Umbria (2) Unione Europea (28) uomini e donne di valore (33) Van De Sfroos (1) Venezia (4) vergogna (82) Video (2) Violenza (48) WEB (2) William Shakespeare (2) WWF (13) zombie (2)